mercoledì 30 dicembre 2009

PASSION. ACTION. EMOTION.

.
Il biglietto di auguri che ogni anno Eurosport prepara per le festività natalizie riporta sempre quello che sarà il filo conduttore dell'anno seguente.
Passion. Action. Emotion. è quello per il 2010. Certo, non eguaglia il Live it Live di qualche anno fa e per me insuperabile, ma anche trovare immagini nuove legate allo sport non è facile.
Passione, azione ed emozione, dunque. Sia anche l'augurio per la vita di ciascuno di noi. Per le cose che ci stanno più a cuore. Per i sogni più importanti ancora nei nostri cassetti.
.

martedì 29 dicembre 2009

GUARDA CASO

.
Poi dicono internet. Pubblico il post qui sotto sul Fla-Flu, torno alla pagina di blogger di gestione del mio blog e nel rettangolo di advertising mi compare la pubblicità:

Hotel Rio de Janeiro
Prezzi convenienti tutto l'anno Prenota on line su Accorhotels.com

Capito xchè è vecchio parlare solo di spot televisivi?
.

FLA-FLU

.
In queste serate natalizie di palinsesti televisivi ridotti, è ancora più bello perdersi nello zapping satellitare alla ricerca di qualche chicca. Ieri sera - in realtà era notte fonda - su ESPN Classic (la concorrenza) bella puntata del programma dedicato alle grandi sfide calcistiche in giro per il mondo. Ieri sera, appunto, si parlava - dopo un approfondimento tra le sfide tra Ayax e Feyenord in Olanda - del derby di Rio tra Flamengo e Fluminense, che ho scoperto essere conosciuto dai tifosi come il FLA-FLU.
Ancora una volta, comunque, non è venuta meno la regola secondo la quale dietro una rivalità sportiva c'è sempre una rivalità ben pià profonda. In questo caso una rivalità sociale tra la squadra del popolo e delle favelas (Flamengo) e la squadra dell'elite di Rio (Fluminense). La domanda che si intuiva era: lo sport depotenzia un contrasto (sociale, politico, geografico,...) riducendolo a semplice rivalità sportiva (e quindi saltuari episodi di violenza sono il "meno peggio" che possa capitare) oppure lo sport esasperato rappresenta il luogo ideale perchè queste rivalità latenti possano trovare espressione rovinando lo sport stesso?
.

venerdì 18 dicembre 2009

PER ESSERE DAVVERO LIBERI

.
Probabilmente questo è il mio ultimo post prima di Natale: mancano solo pochi giorni lavorativi, ma saranno intensi tra il World Alpine Rock Fest ad Andalo e una puntata a Eurosport Parigi. Molte cosa ancora da chiudere, ma...le ritroverò al ritorno.
I miei auguri di Natale sono allora con uno spot pubblicitario - quello di Barilla, soggetto famiglia - con uno dei più bei testi (parere personale) sulla famiglia.

E' la linea di partenza.
E' la famiglia.
A volte ti protegge,
altre ti incoraggia.
A volte non vedi l'ora di averne una,
altre...nessuna.
Pensi che da soli si arrivi più lontano,
ma quando sei seduto lì in mezzo
ti accorgi che per sentirsi davvero liberi
bisogna avere radici.

Auguri!

.

lunedì 14 dicembre 2009

EUROSPORT ARABIA

.
E' un po' il segno dei tempi di una società sempre più multiculturale da noi. E' anche la dimostrazione che paesi una volta "in via di sviluppo" sono ora veri e propri mercati da raggiungere. Deriva anche dal fatto che un evento di dimensioni globali come il Mondiale di Calcio si svolgerà il prossimo anno in Africa (certo, Sudafrica...). Fatto sta che Eurosport ha lanciato on-line la versione del proprio sito anche in lingua araba.
Ovviamente quella cinese è online da almeno un anno e mezzo...
.

lunedì 30 novembre 2009

CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE REWIND

.
Probabilmente non lo sembriamo affatto, ma di fatto lo siamo stati: un "Consiglio d'Amministrazione". Un po' particolare, certo, perchè lo eravamo della Cooperativa Intermedia, ma anche per questo dentro una splendida avventura, capace di coinvolgerti umanamente in maniera assoluta. Quanto sarebbe stata utile oggi, in questo momento di crisi economica, mobilità e cassa integrazione, una realtà come quella quella dell'Intermedia, capace di non mortificare persone in difficoltà o svantaggiate, attraverso l'offerta di un sostegno concreto come un posto di lavoro!
Sabato sera ci siamo ritrovati per una cena rimasta in sospeso per molto tempo e finalmente "celebrata". Aver fatto parte di questo gruppo di lavoro è stata un'esperienza indimenticabile.
.

giovedì 19 novembre 2009

CI SIAMO DIFESI BENE

.
Daily Media on line ci ha chiesto come va.
.
L’autunno di Eurosport è all’insegna dei grandi eventi. L’appuntamento più atteso è quello con gli sport invernali. «Trasmetteremo circa 900 ore di copertura per 10 discipline - spiega Georgina Twiss, a.d. di Eurosport -. A fine ottobre debutta lo sci alpino, con la Coppa del Mondo a Soelden. Seguiranno le Coppe del Mondo di biathlon, combinata nordica, sci di fondo, salto con gli sci, slittino, oltre ai Campionati Mondiali ed Europei di curling e di pattinaggio di figura. Eurosport 2 invece proporrà snowboard e freestyle, con Coppa del Mondo, Ticket To Ride Tour e Winter Dew Tour. Da fine novembre, riprende anche il “Wintersport Weekend Magazine”». Sul fronte motori, Eurosport offre le fasi finali del mondiale superbike, del rally Irc e del Mondiale Turismo Fia Wtcc. Per il tennis, l’appuntamento di punta è il Wta Championships di Doha, che incoronerà la regina del tennis femminile. Infine il calcio: dopo i Mondiali Under 20 in Egitto, gli appassionati potranno seguire la Coppa del Mondo Under 17 in Nigeria e i Mondiali di beach soccer a Dubai. Ogni giorno, appuntamento con il calcio internazionale di “Eurogoals”, le interviste esclusive di “Eurogoals One-to-One” e la novità di “Eurogoals Champions” con le migliori azioni della Champions League e dell’Europa League. Infine, tornano gli sport di squadra su Eurosport 2, con la Eurocup di Basket, la Champions League di Pallamano, l’Ncaa di Football Americano. Sul fronte della raccolta, anche quella paneuropea ha sofferto delle difficoltà del mercato. «Eurosport si è difesa bene, sia a livello globale che italiano - spiega Ermanno Zacchetti, deputy sales director di Eurosport Italia -. Complessivamente, ha registrato nei primi 9 mesi dell’anno un aumento del 2% relativamente alla quota di mercato per la raccolta adv tra le tv paneuropee”.
.

mercoledì 18 novembre 2009

QUESTA SAREBBE DA NON PERDERE

.
Eurosport has acquired exclusive LIVE broadcast rights across all European territories* for today's crucial play-off EGYPT vs ALGERIA (18:30 CET). The deal shows Eurosport's ability to respond quickly to sporting current events and breaking news to offer viewers the best action on the road to the 2010 FIFA World Cup in South Africa.
* No exclusivity in Israel
.

lunedì 16 novembre 2009

SUL BINARIO 9 E 1/2

.
La scorsa settimana sono stato per lavoro a Londra e poi - passando per Milano - a Roma. A Londra sono stato al WTM, una delle più importanti Fiera del Turismo Europee. Non è che l'Italia non fosse presente a questa Fiera, per carità, lo stand c'era...ma è come se il tutto fosse un po' dimesso rispetto ad altri paesi anche Europei, un passo indietro. Avrei esempi da fare...mi limito a questo che è una esperienza molto più concreta rispetto a sensazioni e immagini di una Fiera.
Londra e Roma, dicevo.
La differenza sta anche in che modo ti presenti ad un turista che atterra al principale Aeroporto Nazionale e se lo porti in città con un treno come quello che da Heatrow va a Paddington (c'è anche la TV con le ultime notizie e la pubblicità virtuale fuori dal finestrino mentre il treno - modernissimo - esce dalla stazione in una galleria) o come il treno (?) che dall'Aeroporto Leonardo da Vinci va a Roma Termini e che arriva (o parte) a Roma Termini "dal binario 25 (a 400 mt., in fondo al binario 24)". Giuro, con tutto il rispetto per il lavoro che fa, c'è anche un tizio con con una postazione ambulante ufficiale che vende biglietti ancora con matrice/figlia. Un po' come il treno di Harry Potter sul binario 9 e 1/2...
.

UNA GRANDE SERATA

.
"GSOttanta - per chi era (già) un campione!" è stata una bella serata. C'erano oltre 100 persone sabato sera nel bar del PVI a rivedersi, in foto e dal vivo, dopo 20/30 anni. Il tam-tam su Facebook e via mail ha funzionato e davvero è stato un tuffo in un passato spensierato (perchè si era ancora adolescenti o giovani...) e pieno di promesse. E' stato bello anche vedere i giovani del GSO di oggi supportare l'organizzazione della serata, mettersi a disposizione in maniera semplice, anche se per molti di loro quei 40-50enni non dicevano pressochè nulla. Far parte di una associazione sportiva trentennale vuol dire abbracciare anche tutta la storia di generazioni di atleti che ci hanno preceduti...mica roba da niente! Un grande grazie a Fabio: lui che in quegli anni era dall'altra parte della Padana, in un altro gruppo sportivo, è stato il vero organizzatore della serata!
.

venerdì 6 novembre 2009

GIU' IL CAPPELLO

.
I casi di marketing di successo (non tanto perchè di clamoroso successo, ma - come in questo caso - di semplice affermazione con tre patate e quattro peperoni) che nascono così, da un'idea semplice, mi fanno sempre un'invidia...(da corriere.it).
.
C’era una volta il sandwich man, che con i cartelloni indosso promuoveva ogni sorta di prodotto. Oggi c’è il t-shirt man, l’uomo maglietta. Si chiama Jason Sadler ed è un 26enne, ex esperto di marketing di un’azienda della Florida, che nel 2008 ha perso il lavoro. Dopo un primo momento di sconforto, ha però deciso che le sue spalle erano abbastanza forti e che potevano essere messe a frutto. Così ha messo in affitto torso e schiena e ha creato il suo business: indossare magliette promozionali.
.
LEGGIMI – L’idea è semplice e creativa, gli ha fruttato, dice, 85 mila dollari all’anno (circa 57 mila euro) e un successo crescente: 18 mila fan su Facebook e altrettanti contatti su Twitter, su Flickr e su Youtube, dove lui commenta, scarica foto e video, con indosso una maglia sempre diversa.
.
ALTA E BASSA STAGIONE - Il calendario degli appuntamenti è pieno e nel 2010 sono pochi i giorni liberi per piazzare la propria t-shirt promozionale o la felpa. Le tariffe variano a seconda della bassa o dell’alta stagione, secondo un conteggio molto originale: il primo giorno dell’anno costa 1 dollaro e il secondo 2 dollari. Fino ad arrivare al 31 dicembre, in cui noleggiare le spalle di Jason costa 365 dollari (245 euro), tanti quanti i giorni dell’anno che passa. Se si appaltano per un mese intero, invece, sono 1500 dollari (mille euro).
.
UNA X-LARGE – Il segreto del successo di Jason? «Una X-large», scherza, ma poi aggiunge che «le aziende non vogliono più rischiare di spendere troppo in pubblicità e marketing che non funzionano. Io costo poco e sono semplice e simpatico». Il prossimo anno Jason ha intenzione di allargare il suo business e reclutare altri «uomini maglietta».

.

martedì 3 novembre 2009

GSOttanta

.

E' un po' di tempo che anche su facebook girano richieste e idee per una rimpatriata 70-80 di chi fece vivere il GSO PVI (e non solo) in quei fantastici anni. Nasce così l'happy hour "GSOttanta - per chi allora era (già) un campione!": sabato 14 Novembre, ore 19.00. Se vengono tutti quelli che hanno detto di esserci si preannuncia come l'evento dell'anno.

lunedì 2 novembre 2009

NON-TRADIZIONALE

.
Pubblicità Italia del 30 Ottobre parla in un articolo ("Dall'adv al palinsesto") di come dall'adv tabellare alla comunicazione non-tradizionale il passo sia breve. In giallo, insieme a Stefano Benzi (Direttore Editoriale) dico di Eurosport.

PRIMA SCONFITTA: ORA RIPARTIAMO!

.
Prima sconfitta stagionale del GSO TJ: 3-4 contro la squadra Nazareth. Era uno scontro diretto, per cui la sconfitta brucia ancora di più, come brucia il modo in cui si è sviluppata, in pratica senza mai davvero crederci ma quasi subendo la personalità dell'avversario. Io credo che i GSO TJ possano fare bene in questo campionato e giocarsela certamente di più di quanto fatto sabato scorso. Quando si perde la colpa è di tutti, compreso me in quanto allenatore. Le scelte di un allenatore non sono mai buone a prescindere, ma lo sono se il risultato alla fine dà ragione e domenica non me lo ha dato. Ritorniamo umili, concentrati, cresciamo noi in personalità e malizia (in campo di sono comunque avversari, non nemici, ma comunque avversari...), miglioriamo fondamentali e modo di stare in campo. e poi vediamo che succede...
.

.

venerdì 30 ottobre 2009

NOT JUST SKIING

.
Non capita spesso di pianificare spot belli, anche se sulla versione internazionale di Eurosport capita più spesso che altrove. Cito allora la campagna Paneuropea della Regione Trentino, in onda dallo scorso weekend su Eurosport in occasione della prima gara di Coppa del Mondo di Sci di Solden. Sul sito di Trentino (in altro a destra) lo spot. Bode Miller testimonial è in versione "Oscar per la migliore interpretazione".
.

ARE YOU STRONG ENOUGH?

.
Segnalo questa iniziativa di comunicazione sportiva 2.0 xhè non è usuale vederla attuata da un'azienda legata al mondo del ciclismo come Elite, che fa pedane per bici e borracce. In 2 mesi utenti al sito Elite raddoppiati, 7.000 iscritti al forum Relaxiom e fidelizzazione del traffico.

“La nuova campagna “Are you strong enough?” – spiega il responsabile marketing dell'azienda Elite Alessio Sartore - è stata concepita e sviluppata in linea con le nuove tendenze del mercato, utilizzando a 360° il potenziale offerto dal web e dalle tecnologie ad esso applicabili, utilizzando in particolare come strumento di comunicazione i video. Tutti gli appassionati potranno inoltre avvicinarsi a Realpower anche attraverso i social network Facebook e Twitter che rappresentano un modo rapido ed efficace di scambio di informazioni sia sul prodotto che su tutti gli eventi ad esso connessi. Realpower è infatti un rullo che per le caratteristiche tecniche e per l’interazione on line tra gli utenti si presta perfettamente alla crescita di tribù di appassionati o di utenti desiderosi di interagire con altri possessori dei nostri rulli".

I video sono disponibili cliccando il sito
http://www.elite-it.com/eliterealpower/menu.html.
.

lunedì 26 ottobre 2009

LA VOGLIAMO VINCERE

.
Terza partita GSO TJ, terza vittoria. La squadra ha un momento di involuzione tecnico-tattica, ma ha una grinta e un cuore grandi. Dovrebbe crescere in personalità e dovrebbe rispondere più spesso alla domanda che ho fatto ai giocatori nell'intervallo, sotto di due gol: "Ciascuno si chieda: la voglio vincere o no questa partita? Se ciascuno di noi la vuole vincere, la vinciamo". Finale: 3 a 2 per noi.




venerdì 23 ottobre 2009

DA DOMANI SULLA NEVE!

.
Sembra ieri che nuotavamo al fianco della Pellegrini nelle piscine Mondiali di Roma ed è già tempo di sport invernali!
Domani con la prima gara di Coppa del Mondo di Sci Alpino di Solden si apre la stagione di wintersport, in diretta su Eurosport con oltre 1.000 ore di programmazione: alpino, fondo, salto, pattinaggio (a Marzo 2010 i Mondiali di Torino!) + snowboard e freestyle su Eurosport2 + approfondimenti sul sito internet di Eurosport.

Quest'anno tra i commentatori di Eurosport c'è anche Kristian Ghedina!
..

mercoledì 21 ottobre 2009

PERIFRASTICA

.
Nel finale dell'ultimo spot di un noto marchio di telefonia, Belen Rodriguez nei panni della professoressa di italiano (ma chi mai ne ha avuta una così!) cita la parola "perifrastica".
Vuoi perchè l'ha detto lei, vuoi perchè nessuno vorrebbe fare la figura dell'ignorante, sui motori di ricerca scattano (o fanno scattare?) le domande su cosa cavolo sia questa perifrastica, metti mai di trovarsi nei panni di De Sica...e voilà, il messaggio dello spot si amplifica di contatti a costo zero.

Yahoo! ne fa prima notizia da home page e pure di approfondimento, su Yahoo! answer compaiono domande in merito, su youtube il video dello spot (tra i più visti) raggiunge i Xmila visioni in un mese e via dicendo.

Pure natural viral marketing.
.

AL TERZO GOL HANNO MOLLATO

.
Si parla di biscotti. Nell'ultimo turno della seconda divisione del campionato statale brasiliano si affrontano Viana e Chapadinha, in un incontro decisivo per la promozione. Il Viana ha bisogno di segnare il più possibile, per superare, grazie alla differenza reti, il Moto Club. A 10 minuti dalla fine l'impresa per il Viana sembra disperata: sta vincendo, ma solo per 2-0, mentre il Moto Club sta superando 5-1 il Santa Quiteria, portando la differenza reti addirittura a +7. Bisognerebbe segnare almeno 8 gol in 10 minuti...
Impossibile? Il Viana ce la fa e ne segna addirittura 9 in 9 minuti.
Tutto combinato con quelli del Chapadinha? Questo il filmato dei 9 gol...
.
Fantastica la dichiarazione a fine partita del presidente del Viana, José Carlos Costa: "E' stato un risultato normale. Abbiamo vinto noi, ma poteva vincere il Chapadinha. Quando hanno subito il terzo e il quarto gol, i nostri avversari hanno mollato".
.

SBK ON EUROSPORT 2010-12

.
Eurosport Group has acquired TV and digital rights for FIM Superbike World Championship 2010-2012 seasons, including Supersport and Superstock classes. TV rights involve extensive LIVE coverage on Eurosport, Eurosport 2, Eurosport HD and Eurosport 2 HD. Digital rights include all races on Eurosport's online viewing service as well as VOD, catch-up TV and Mobile.
.

martedì 20 ottobre 2009

RITORNO AL FUTURO

.
La centrale media ZenithOptimedia (ZOG) rivede al ribasso le stime sulla spesa pubblicitaria nel 2009: in Italia -13.1%, nel Mondo -9.9% (Carat del 9.8%, dunque sono in linea).
In questo periodo dello scorso anno ZOG ipotizzava una chiusura del 2009 a +4%. Io temevo già il peggio qui e qui. Se è vero che Banca d'Italia e Confidustria prevedono la crescita del PIL Italiano nel 2011, sempre ZOG stima che nello stesso anno gli invetimenti pubblicitari bel nostro Paese saranno pari a quelli del 2003. Sich.
.

SE ME LO DICEVI PRIMA...

.
"Il Consiglio di Amministrazione non è stato mai informato di una notizia che, se conosciuta, avrebbe reso inopportuna la rottura con Sky".

(Il consigliere della Rai Rizzo Nervo commenta la notizia della "chiavetta" che permetterà anche agli abbonati Sky di vedere il digitale terrestre senza avere il decoder del digitale terrestre e a Sky di offrire anche i canali Rai ai propri abboonati senza pagare i 350 milioni di euro rifiutati da Rai a Luglio. Forse "inopportuno" è un po' riduttivo...).
.

lunedì 19 ottobre 2009

PIU' DI QUANTO ABBIAMO GIOCATO

.

Sabato scorso i TJ del GSO PVI hanno vinto ancora per 3-1. Gli avversari erano più organizzati dei precedenti e ci hanno fatto un po' soffrire all'inizo, quando noi siamo scesi in campo un po' poco concentrati (certe cose si capiscono dai dettagli: l'orario della convocazione è importante...) e un po' timorosi (giocare al PVI, invece di caricarci, sembra ci faccia venire il braccino del tennista: non dobbiamo avere paura di sbagliare!). Ora mettiamo in cascina i punti e va bene, ma dobbiamo assolutamente crescere in personalità e gioco: non possiamo sempre cavarcela con grinta e cuore (che servono, ma che a lunbgo andare logorano)!

lunedì 12 ottobre 2009

DID YOU KNOW?

.
Io ho visto questo video per la prima volta a Dublino due settimane fa, così me lo sono andato a riprendere su You Tube (e c'erano già 53.135 visioni solo a questo link, anche se poi girano altre versioni).
Parla dell'impatto di internet e dei social media sul mondo contemporaneo, parla della sua velocità, parla di come crescano popolazioni e nazioni. Al di là di come la si pensi, so solo che alla fine di questi 4 minuti di video rimani un po' ansiotico (sarà anche la musica..).

.

BUONA LA PRIMA

.

Esordio positivo in campionato ieri a Paderno Dugnano del GSOPVI TJ, con una meritata vittoria 3-1 contro la temuta POSL. Buono l'approccio alla gara e lo spirito di gruppo, in crescendo personalità e convinzione dei giocatori, da sistemare fondamentali tattici (anche di base) e lettura della partita. Bene così comunque!
.
(qui allegata la prima pagina de "La Gazzetta del Vince", a cura di Vincenzo Lopresti)

venerdì 9 ottobre 2009

IL 22 DICEMBRE SI VA AD ANDALO

.
Siccome ci sto lavorando su da un po' di mesi e ho conosciuto la serietà delle persone che lo stanno organizzando, credo valga la pena di andarlo a vedere questo World Alpine Rockfest ad Andalo. Per lo sci alpino si preannuncia davvero come l'evento dell'anno (ovviamente non parlo a livello di competizione sportiva, ma di spettacolo che sport e musica sapranno dare) e sono contento che per una volta possa essere un evento che si svolge in Italia.
A fine mese la conferenza stampa ufficiale di presentazione. In TV (in Europa e nel Mondo) anche su Eurosport.
.

giovedì 8 ottobre 2009

I DIECI (+1) COMANDAMENTI

.
Come ricorda Fulvio Bianchi e anche per poi dire cose a ragion veduta, quando si parla di candidature per ospitare un'Olimpiade, è bene ricordarsi gli 11 punti che il CIO prende in considerazione per valutare la validità delle candidature stesse:

1) supporto governo, aspetti legali, opinione pubblica;
2) infrastrutture generali;
3) impianti sportivi;
4) Villaggio olimpico;
5) impatto e condizioni ambientali;
6) alloggi;
7) sistema trasporti;
8) sicurezza;
9) esperienza di eventi sportivi già organizzati;
10) finanze;
11) valutazione generale progetto ed eredità
.

WEB KILLED THE VIDEO STAR

.
Segno dei tempi. Per la prima volta una partita della Nazionale Inglese non sarà trasmessa da alcuna TV Inglese. Dopo il fallimento della TV Setanta che ne deteneva i diritti, nessun network d'oltremanica ha infatti riacquistato i diritti di Ucraina - Inghilterra, valevole per le qualificazioni a Sudafrica 2010 (l'Inghilterra, per la verità, è già qualificata matematicamente).
La partita sarà così trasmessa in esclusiva su internet sul sito www.ukrainevengland.com al costo di 6 euro.

ps: se clicchi il sito dall'Italia trovi un bel cartello per cui non sei autorizzato a vedere l'incontro tramite questa modalità.

mercoledì 7 ottobre 2009

VIRAL MARKETING: DAGLI USA ARRIVA IL VACCINO

.
Negli USA, la Federal Trade Commission (FTC è l'autorità governativa che, tra l'altro, protegge i consumatori) ha deciso che dal prossimo 1° Dicembre chi scrive su internet (= blog) di prodotti o servizi dovrà indicare chiaramente se lo sta facendo in conseguenza di rapporti diretti o indiretti (in pratica se è pagato o ricompensato in altra forma) con l'azienda produttrice o venditrice del bene oggetto del post.
Era dal 1980 che la FTC non inerveniva con una nuova indicazione in materia di comunicazione pubblicitaria e lo fa ora proprio a fronte dell'impatto dirompente di internet e dei social network anche in questo campo.
Per chi fa e vende pubblicità cade così il concetto di cui tutti gli addetti ai lavori si stanno riempiendo la bocca in questi ultimi tempi (ma pochi in pratica sanno di cosa si tratta veramente): il viral marketing. Ufficialmente: una forma di comunicazione innovativa e non-convenzionale che sfruttando il passaparola si espande "contagiando" la percezione delle persone verso un prodotto e creando mode. Ma anche: un modo un po' poco trasparente e a costi contenutissimi di comunicare (presupposto non secondario in questo periodo di vacche magre), ma peraltro dalla straordinaria efficacia. Da ora in poi niente comunque vieterà di comunicare attraverso Facebook, Twitter o Youtube, ma tutto dovrà essere fatto a carte scoperte. Sarà però così facile controllare l'enormità del mondo blogger per beccare i colpevoli? E poi, sarà altrettanto efficace una comunicazione che diventa in un certo senso strutturata atttraverso strumenti che non lo sono per lo stessa natura?
.

CON GHIACCIO O SENZA?

.
Da Repubblica.it

Spiacente, manca il ghiaccio, la pista è chiusa". Il bollettino della pista di bob di Cesana è arrivato ieri, all'ultimo momento, quando dieci nazionali avevano fissato sul sito olimpico di "Torino 2006", costato 107 milioni (uno dei migliori al mondo), gli allenamenti in vista delle Olimpiadi di Vancouver 2010.
.
Hai voglia a costruirti un'immagine...

Intanto sono iniziati i litigi su quale città italiana dovrà presentare la candidatura per ospitare le Olimpiadi del 2020. La recente assegnazione dell'edizione del 2016 a Rio in Brasile a scapito di Chicago (supportata addirittura da Obama), Madrid (forse prima della crisi economica ce l'avrebbe fatta) e Tokyo, ha dimostrato quanto il Comitato Olimpico sia attento a premiare Nazioni con aspetti virtuosi (o comunque in crescita, sulla rampa di lancio) in economia, sistema-paese, immagine e impatto sul modo di pensare del mondo. Un po' come erano stati Roma e l'Italia nel 1960 (sich).
.

martedì 6 ottobre 2009

DUBLIN

.

La scorsa settimana sono stato al Seminar annuale di Eurosport, quest'anno per la prima volta a Dublino.
Questa nella foto è la mia squadra nell'attività di team Building che l'ultimo giorno ci ha permesso di visitare tutto il centro della città.
I miei appunti sparsi sui tre giorni "dublinesi":
.
- Dublino è molto caratteristica, meta ideale per un weekend lungo, probabilmente non di più. Come dicevano i miei collgehi di Parigi, in 15 minuti l'hai girata tutta (ma loro hanno Parigi come termine di paragone...).
.
- L'Irlanda extra-Dublino è esattamente come te la immagini: verde, vento, nuvole e pecore.
.
- Se in Italia la crisi economica si è fatta e si fa sentire, a Dublino e in Irlanda forse ancora di più. Passeggiando per la via principale della capitale, sono numerosissimi le persone sedute a chiedere l'elemosina, persone immagino pagate poco per sostenere cartelli pubblicitari, e via dicendo. Significativo l'ufficio di una finanziaria all'angolo dell'isola pedonale chiuso e in ristrutturazione.
.
- Venerdì 2 Ottobre era anche la vigilia del referendum sul trattato Europeo di Lisbona. Che questa volta avrebbero vinto i SI era intuibile anche dalla proporzione di cartelli pubblicitari sparsi per la città: ad ogni palo della luce rivestito per il NO ne corrispondevano quattro a favore del SI. Ah, la potenza della comunicazione...
.
- Quanto Milano sia diventato uno scalo aereo di Serie B lo dimostra anche il fatto che non è possibile andare/venire a/da Dublino mattina/sera dallo stesso aeroporto: se parti da Linate, torni a Malpensa. Già, e la macchina che ho lasciato a Linate come la recupero? Più comodo Ryanair da Orio al Serio, a patto che sia un viaggio di piacere. Viaggiare per lavoro in mezzo a gruppi di giovani vocianti, ragazze impegante in continue fotoricordo e famiglie applaudenti all'atterraggio è forse un po' troppo.
.
- La cultura del merchandising sportivo nei paesi angosassoni è fantastica. Per intuirlo, rimando al negozio nella zona imbarchi dell'aeroporto di Dublino. Personalmente ho comprato la maglia vintage celebrativa della vittoria del Manchester United in FA Cup del 1983. Notevole.
.
- Probabilmente sono abituato bene, ma la varietà gastronomica irlandese mi è apparsa abbastanza limitata (carne, patate, salmone). Da segnalare il Frankies Bar & Grill, il ristorante di Frankie Dettori. Ma è in realtà una catena internazionale con contaminazioni italiane (la mozzarella ad esempio è proprio mozzarella e il caffè assolutamente bevibile...).
.
- La guida a destra fa sempre un certo effetto.
.

ESORDIO INTERLOCUTORIO

.
Primo turno di Coppa CSI Top Junior.
GSO PVI - OSPG 2-2 (8-9 dopo i calci di rigore)

Questa la prima prima pagina de "La Gazzetta del Vince", a cura di Vincenzo Lopresti.
Domenica prossima l'esordio in Campionato.


lunedì 5 ottobre 2009

PIU' SCHUMI CHE BADOER

.

Una delle cose che mi ha sempre affascinato della FdO Sacer è la dimensione di "sagra" di paese che assume la festa. Non lo dico in senso dispregiativo, anzi, e non so se è solo una mia impressione personale o è davvero così anche per la gente. Io credo sia dovuta al fatto che lì, nel cuore di Cernusco, questa "tradizione paesana" è più radicata e tramandata, mentre da noi al PVI l'unione di esperienze e vite molto differenti porta a creare feste con un minimo comune denominatore più sofisticato e più difficile da individuare. Quasi fosse meno spontaneo fare festa per il gusto di fare festa (e anche qui non lo dico in senso dispregiativo, ma solo come considerazione).
Comunque, nella foto, ecco Zac che taglia per primo il traguardo della finale di go-kart a pedali (categoria 2^ elementare) alla FdO Sacer. Più Schumi che Badoer.
.

lunedì 28 settembre 2009

UN NUOVO SOCIO PER IL GSO PVI

.

Eurgenio Comincini, Sindaco di Cernusco sul Naviglio, in visita alla FdO PVI. Da ieri è anche socio-non atleta del GSO PVI...

giovedì 24 settembre 2009

MATTONATE

.
Forte questo pezzo sul sito di Eurosport che riporta un analogo articolo del quotidiano spagnolo Marca sui dieci più incredibili casi di disonestà sportiva prima dell'incidente volontario volontario di Piquet a Singapore 2008.

Il mio preferito è questo:

Nel 1983, il mediocre pugile Luis Resto riuscì a sconfiggere con una vittoria schiacciante Billy Collins jr., che fino a quel momento aveva vinto 14 incontri consecutivi. Si scoprì poi che l'allenatore di Resto aveva trovato un modo infallibile per vincere: aveva indurito le bende di protezione alle mani del suo puglile con il gesso, trasformando così i pugni del vincitore in veri e propri mattoni.

ps: la Juve di Moggi non è nemmeno citata...
.

martedì 22 settembre 2009

I LOVE AC CERNUSCO

.

I giornali locali riportano del duro confronto tra AC Cernusco (calcio) e Amministrazione Comunale sulla convenzione che dovrebbe regolamentare l'utilizzo da parte dell'AC Cernusco stesso delle strutture comunali presso lo stadio "G. Scirea". La questione è anche arrivata in maniera dirompente la scorsa settimana alla Consulta dello Sport, chiamata ad esprimersi sul principio della equità dei rapporti che devono intercorrere tra il Comune e le Associazioni Sportive che utilizzano strutture publiche (lo dico meglio: non ci devono essere trattamenti di favore per alcune società ma tutte devono godere di "pari dignità") e di conseguenza che non devono essere fatti accordi particolari e vantaggiosi con l'AC Cernusco a discapito degli altri.
In Consulta ho espresso il mio voto favorevole a questo principio premettendo che, con i dovuti tempi e modi, si dovrebbe (si dovrà) anche andare oltre a questo muro contro muro, pensando a soluzioni e proposte che esprimano un'attenzione verso il calcio Cernuschese, per riportarlo ad essere quella realtà di prestigio ma nello stesso tempo di aggregazione e coinvolgimento per i ragazzi della città.
Lo dico - anche se in pochi lo sanno - da uno che all'AC Cernusco ci ha giocato per tre anni (e questa foto di vent'anni fa lo testimonia) e che lo ricorda come un'Associazione inserita nel tessuto sociale e dei giovani della città e nello stesso tempo proiettata a competere e spesso a primeggiare nelle competizioni provinciali, regionali...e a volte anche di più.
Può essere questo amore per l'AC Cernusco un punto di partenza comune da cui ripartire? Venerdì ne parliamo.
.

INCONTRI NEL PADDOCK DI IMOLA

.
Nel paddock del WTCC si possono anche incontrare personaggi famosi del mondo dello sport (e non solo). A Imola, ad esempio, era presente il pilota di Motogp (è stato anche vice-campione del Mondo) Marco Melandri, impegnato con il suo manager Alberto Vergani in una gara con le Lotus.
Qui a fianco Matteo, giovane atleta della GSO' Soccer School, in posa con Melandri nell'area hospitality di Eurosport.


mercoledì 16 settembre 2009

NIENTE STADIO

.
Stamattina, alla conferenza stampa di presentazione della sponsorizzazione della Uefa Champion League da parte di Unicredit, l'Assessore allo Sport del Comune di Milano Alan Rizzi ha annunciato la candidatura di Milano ad ospitare (lui ha detto "finalmente", io avrei detto "per una volta ancora") la finale del 2015.
A specifica domanda di un giornalista (...nel 2015 dovrà scegliere se far giocare la partita nello stadio del Milan o in quello dell'Inter...), l'Assessore ha risposto che c'è e ci sarà solo uno stadio a Milano ed è San Siro.
Uguale: niente stadio dell'Inter a Pioltello.
.

martedì 15 settembre 2009

SOTTOSCRIVO

.
L’emergenza educativa, nei riguardi delle giovani generazioni, come è avvertita e affrontata dalla Comunità?

Da lunghissima tradizione, le nostre parrocchie si sono dotate dello strumento educativo dell’Oratorio per venire incontro alle giovani generazioni, e ciò vale anche nella Comunità pastorale, dove è innegabile la grande attività educativa svolta in Oratorio. L’Oratorio, infatti, non è altro dalla parrocchia, ma è l’attenzione educativa che la comunità adulta esprime nei riguardi dei ragazzi, degli adolescenti e dei giovani. Perché ciò sia vero, è necessario non solo chiedere la presenza degli adulti come sostegno alle attività dell’Oratorio, ma coinvolgerli nella progettazione, nella cura e nella conduzione della vita oratoriana, finalizzata a costruire il cristiano maturo, adulto, capace di vivere nella comunità. Sono poi gli stessi giovani che devono farsi carico dei propri coetanei, in una vera dinamica missionaria, per trasmettere quei valori che aiutano a fronteggiare ogni deriva educativa. Perché ciò avvenga con maggior capacità incisiva, è utile che le diverse proposte educative rivolte ai giovani – dall’Oratorio all’associazionismo, dagli scout ai centri di aggregazione giovanile, dalle società sportive alla scuola – sappiano stimarsi a vicenda e interagire tra loro, a sostegno delle famiglie che rimangono il primo e insostituibile riferimento educativo della gioventù.

(Don Ettore Colombo intervistato da cernuscoinsieme.it)
.

lunedì 14 settembre 2009

BASKETBALL

.

Dopo parecchi anni, torna il basket all'oratorio PVI di Cernusco.
Grazie al sostegno del Presidente Regionale Ragnolini per l'installazione dei canestri e all'intraprendenza del NGP dell'oratorio per la predisposizione delle righe del campo, tutto è pronto per un fantastico torneo 3vs3 in occasione dell'imminente Festa dell'oratorio del 26 e 27 Settembre.
Bello!
.

venerdì 11 settembre 2009

AVREI POTUTO SCRIVERLO IO...

.
Questo l'articolo di Voce Amica a firma "I presidenti di AS Sacer e GSO Paolo VI" con il quale viene presentata la nuova stagione sportiva 2009/10.
.

DALL'ALTO SEMBRA PIU' VERDE...

.

Visto da Google Map il "catino" del GSO sembra più verde...

C'E' UN TEMPORALE IN ARRIVO

.
Il sito britannico F1SA pubblica i verbali di Nelsinho Piquet alla FIA dello scorso 30 luglio sull'incidente al GP di Singapore dello scorso anno, sembra causato deliberatamente per favorire il compagno di squadra Alonso ai danni di Massa e della Ferrari.
Alcuni estratti (traduzione da qui):

"La proposta di provocare un incidente deliberatamente mi fu fatta poco prima della gara da Briatore e Symonds".
"Quest'ultimo mi chiese se ero disposto a sacrificare la mia gara per la scuderia, costringendo la Safety Car ad entrare in pista. Pensai che se lo avessi fatto questo mi avrebbe aiutato a rinnovare il contratto. Dopo il colloquio Symonds mi chiamò in un angolo e mi mostrò una mappa, appunto la curva esatta dove io avrei dovuto uscire di pista. Concordammo che avrei provocato un incidente fra il 13° e 14° giro affinché il mio compagno di squadra Fernando Alonso potesse rifornissi ai box, dopo l'entrata della Safety Car...".
"Durante la gara chiamai varie volte per radio quanti erano ai box per avere la conferma di quando dovevo provocare l'incidente, chiamate che io normalmente non faccio".
Dopo la corsa "feci sapere a Felipe Vargas, amico e consigliere della mia famiglia, quanto era accaduto e lui, un po' di tempo dopo, lo raccontòa mio padre. Mi ricordo anche che a fine Gp Briatore mi ringraziò".
.

giovedì 10 settembre 2009

A PROPOSITO DELLA PRATICA SPORTIVA

.
La pallavolo è stata solo l'ultima in ordine di tempo. Nell'ordine (a ritroso): Italia che accumula sconfitte su sconfitte agli Europei di volley; Italia che non is qualifica per gli Europei di basket; Italia che vince il cucchiaio di legno al 6 nazioni di rugby; Italia che esce malamente al primo turno ai Mondiali di Pallanuoto a Roma; Italia che ottiene il peggior risultato di sempre agli Europei di baseball; e via dicendo.
Il processo è aperto e una bella spiegazione potrebbe anche essere quella che oggi il primo quotidiano sportivo italiano ne parli a pagina 28 e 29, dopo (anche) 21 pagine dedicate al calcio.
Interessante, a mio parere, la riflessione di Giuseppe La Mura, ex d.t. di canottaggio: "Lo sport viene considerato dalla società come qualcosa da diporto (ndr: significativo qui l'utilizzo originario del concetto di dilettantismo) o salutistico, la mamma fa fare sport al figlio come un diletto. Ma il divertimento, l'evasione sono una cosa, lo sport ad alto livello, cioè la gratificazione per ottenere un risultato alle Olimpiadi o ai Mondiali, è un'altra cosa".
Credo che i risultati negativi dello sport italiano di questi tempi esprimano un po' questo equivoco, creato da una proposta sportva che possa coniugare ad alti livelli il successo e la fama con il divertimento e il glamour. Una proposta, questa, che è scesa giù giù fino alle giovanili, di fatto eliminando dal vocabolario di molti atleti (e soprattutto genitori) la parola fatica e impegno.
.

IL CINGHIO A EUROSPORT

.

In vista del prossimo appuntamento italiano con il FIA WTCC (Imola, 19 e 20 Settembre), Gabriele Tarquini sarà ospite della Redazione Italiana di Eurosport il prossimo lunedì 14 Settembre.

Dalle 15.00 alle 16.00, in particolare, sarà possibile chattare con il Cinghio, protagnista quest'anno di una splendida stagione nel Mondale Turismo, che guida con 1 punto di distanza da Augusto Farfus e 7 punti dal campione in carica Yvan Muller.

Per maggiori info sulla chat con Tarquini, clicca qui (ci sono anche premi).
.

martedì 1 settembre 2009

VENT'ANNI SENZA SCIREA

.

20 anni fa perdeva la vita in un incidente stradale, mentre in Polonia andava a visionare - in qualità di vce-allenatore - i prossimi avversari della Juventus in Coppa, un grandissimo campione e un grandissimo uomo: Gaetano Scirea. Forse anche per il fatto che era nato nella nostra Cernusco sul Naviglio, è stato per noi ragazzini pallonari d'oratorio dell'epoca un esempio da seguire. Ma lo era in realtà per tutto il calcio italiano e mondiale.
552 partite con la Juventus con cui ha vinto 7 scudetti, 2 oppe Italia e 5 Coppe Europee, Campione del Mondo con l'Italia nel 1982, pur giocando da difensore (libero) non ha mai subito un'espulsione in carriera. Mai una parola sopra le righe, mai una scena plateale in campo, mai una scorrettezza gratuita.
Tra i ricordi sui giornali di questi giorni, mi hanno colpito due spunti del monumento Dino Zoff, suo amico e compagno di stanza nella Juve e in Nazionale (intervista di Maurizio Crosetti su La Repubblica di oggi):
.
In campo era inarrivabile...
Perchè era sempre lui, era la continuazione. Dicono che in partita ti trasformi: fesserie, in partita sei tu e basta. E conta l'istinto, lì non esiste il freno dell'intelligenza, viene fuori il profondo. E il prfondo di Scrirea era Scirea.
.
Dino Zoff, lei pensa spesso al suo amico?
Gaetano torna sempre. Lo penso a ogni esagerazione di qualcuno, a ogni urlo senza senso. L'esasperazione dei toni mi fa sentire ancora più profondamente il vuoto della perdita. Gaetano mi manca nel caos delle parole inutili, dei valori assurdi, delle menate, in questo frastuono di cose vecchie col vestito nuovo, come canta Guccini. Mi manca il suo silenzio.
.

IL 19 E 20 SETTEMBRE A IMOLA

.

Per chi si fosse distatto, segnalo che quest'anno la gara italiana di FIA WTCC si svolgerà a Imola nel weekend del 19-20 Settembre.
E' l'ultima tappa Europea prima di spostarsi in Giappone e a Macau per il gran finale di stagione. Info su http://www.fiawtcc.com/.

mercoledì 19 agosto 2009

UNA CARTOLINA DALLE VACANZE

.

Sono solo di passaggio dal blog, ma lascio una cartolina dalle vacanze...

mercoledì 5 agosto 2009

TI FACCIO VEDERE L'AZIENDA

.

Capita spesso che al primo appuntamento da un potenziale cliente, questi ti accompagni dall'ufficio alla fabbrica per mostrarti cosa fa la sua azienda. E' un aspetto del mio lavoro, questo, che ho sempre molto apprezzato: quello, cioè, di capire cosa c'è dietro ad un marchio, dietro ad un nome, dietro una campagna pubblicitaria.
In fondo anch'io sono molto orgoglioso di mostrare agli ospiti che (raramente) accompagno dall'Italia ad Eurosport Parigi la fantastica "control room" che dalla Francia coordina il segnale di Eurosport in tutta Europa.
In queste settimane sto incontrando diversi enti di promozione turistica dell'arco alpino per presentare la nuova e come di consueto fantastica stagione di sport invernali di Eurosport: oltre 1.000 ore di programmazione di sci alpino, salto con gli sci, sci di fondo, etc. Oggi - ed è la seconda volta che mi capita in un mese - un cliente mi ha portato con due funivie consecutive ad un rifugio a 2.100 metri e indicandomi un panorama fantastico mi ha mostrato la sua "azienda".
Certo, non ci sono le comodità di Milano ;-), ma come si fa a non apprezzare un appuntamento di lavoro così?
ps: la montagna della foto (grazie Fede) dietro di me oggi è facilmente riconoscibile?
.

martedì 4 agosto 2009

MESSAGGIO PROMOZIONALE 2.0

.
Eurosport's new FREE sports news and results iPhone application is taking Europe by storm − only days after it was launched.

Eurosport's iPhone application, launched 30 July, has more LIVE sports content than any other application in Europe. With LIVE results, breaking sports news coverage, player stats, standings and fixtures, the application leverages Eurosport's renowned editorial expertise and on-air and online excellence.
As of today the application has been downloaded over 100,000 times globally and now tops the most-downloaded lists in Europe, scoring superbly in major markets France, Italy (1st) and Spain, Germany (2nd).
The application, available for iPhone and iPod touch sets, is the only sports application available in 9 different local language versions.* It also includes an exciting international version available in any country in the world and sees Eurosport, Europe's leading sports entertainment group, extend both the brand and the group's digital footprint even further.
The application is fully customisable, allowing to fans to follow their favourite sports and to stay abreast of the exciting and fast-paced world of sport.
This innovative application sees Eurosport further its unique sports-entertainment brand into a dynamic area for sports media and technology, bringing Eurosport's high quality local and international sports coverage to a larger audience through mobile devices.

"We are very focused on building brand awareness and providing quality content across all media platforms," says Laurent-Eric Le Lay, Eurosport Chairman and CEO. "Sport and mobile are perfect partners and the iPhone application allows us to leverage the trust and reputation of the Eurosport brand and introduce our unique sports-entertainment offer into the vibrant mobile arena. It is a key part of our strategy to make our content available on all devices.”

Eurosport's application, available for free download on iTunes and the Apple Store, is fully Web 2.0 compatible, enabling users to interact and exchange information on social media platforms such as Facebook.

* English, German, Spanish, Italian, French, Swedish, Polish, Russian and Chinese
Note: Eurosport's iPhone application is designed by Backlight
.

giovedì 30 luglio 2009

IL "LIVIO PISATI" DI TRIBIANO

.
Diretto a Crema per lavoro, sono passato questa mattina per Tribiano - piccolo comune tra Milano e Lodi, comunque enormemente più grande rispetto al piccolo paesino che ho conosciuto io da piccolo - e mi sono fermato cinque minuti all'ingresso del campo sportivo "Livio Pisati", ovviamente deserto.

Mi fa sempre un certo effetto pensare a questo impianto utilizzato dai giovani per fare sport e dedicato ad una persona semplice semplice che da cinque anni non può più prendersene cura con passione come ha fatto per molto tempo, mio zio.
.

martedì 28 luglio 2009

BANDIERE CHE NON LO ERANO

.

ROMA 2009

.

ROMA 2009 E L'EVENTO SPORTIVO
Da piccolo le vacanze estive erano scandite dalla visione in TV di eventi sportivi e - dopo l'eventuale Mondiale o Europeo di calcio - ecco il nuoto e l'atletica: uno spasso in un palinsesto privo di qualsiasi partita di calcio amichevole disputata tra squadre italiane in USA o di qualsiasi triangolare ferragostano. Essere qui a Roma a spingere con il tifo Federica Pellegrini verso l'oro e ad applaudirla mentre sale sul podio a ricevere la medaglia, ad osservare i rituali del protocollo delle gare, con la presentazione degli atleti, le bandiere che si alzano, gli inni, etc,...beh, è un'esperienza fantastica.
Nota a margine sui record. Battere un record significa battere un record: di qualche millesimo-centesimo, dopo anni e anni di tentativi. Abbatterne 12 in due giorni, anche di due secondi, è forse troppo. Troppo anche per rinnovare l'emozione di assistere ad un evento straordinario. Sono indispensabili questi costumoni? Cosi Giuseppe Musciacchio, direttore marketing di Arena, su Wired di luglio: "Il punto è che che si è smesso di studiare gli atleti, l'allenamento...Si pensa solo ai costumi. Se parlassimo di ricerca pura, con fini civili, ben vengano tutte le scoperte e le soluzioni possibili e immaginabili. Ma questo è uno sport. E ha un'etica. Ci devono essere regole che mettono tutti gli atleti sullo stesso piano. Secondo noi i nuovi costumi non lo fanno".
.
ROMA 2009 E L'ANIMAZIONE EXTRA-SPORTIVA
Gli organizzatori hanno fatto le cose per bene, il villaggio è all'altezza e la zona hospitality è il giusto esclusiva. Peccato ci sia poca gente e che non si senta molto il respiro internazionale di un Mondiale. Si badi bene, parlo di presenza di persone al di fuori delle tribune degli eventi, quelle sono piene e molte volte sold-out. Ossia: la gente non va lì per curiosare a prescindere dalle gare e vedere che c'è, ma ci passa solo se e perché va a vedere le gare. Tenderei a escludere che il market district sia la location più frequentata dell'estate romana e che l'area hospitality possa essere dalle 23.30 il fulcro del divertimento notturno (considerazioni personali su quanto visto domenica 26 Luglio). Magari si cresce nella seconda settimana.
.
ROMA 2009 E I TIFOSI
Ho assistito alla finale maschile di tuffi sincrorinizzati dai 10 metri; poi alle semifinali e finali di domenica pomeriggio (inclusa medaglia e record della Pellegrini); ho vissuto la delusione dell'eliminazione del Settebello azzurro ad opera della Serbia. Tre discipline acquatiche, tre stili di spettatori differenti.
A vedere i tuffi ci sono gli esperti e gli appassionati della disciplina e chi non lo è ben si guarda, dopo le polemiche del primo giorno, di comportarsi da becero tifoso del calcio fischiando gli avversari degli italiani. Distinti catechizzati.
A vedere il nuoto ci sono praticanti, tifosi della Pellegrini in massa, ragazze e signore con occhi solo per quei giovanotti in attillati costumi e curiosi a caccia di Michael Phelps, la stella internazionale. Moderatamente esperti.
A vedere la pallanuoto ci sono pochi conoscitori del gioco e delle regole, che le spiegano di tanto in tanto ad una massa di loro amici abitualmente frequentatori di stadi di calcio e per questo molto aggressivi nel tifo. La presenza della squadra italiana, in una partita dentro o fuori contro la Serbia, fa il resto. Scalmanati.
.
ROMA 2009 & LA CITTA'
Roma 2009 e Roma città sono due mondi a parte: i Mondiali sono un evento che sembra accidentalmente organizzato a Roma, visto che l'unico accenno in città che ho trovato è un count-down in zona Fori imperiali, desolatamente giunto a fine corsa. Mi hanno segnalato una personalizzazione anche a Ponte Milvio...per il resto credo nulla. Arrivi in treno e ti aspetti un benvenuto nella città dei Mondiali di nuoto: niente. Arrivi in albergo e ti aspetti un programma dell'evento e un invito a seguirli al Foro Italico: niente. Guardi le vetrine e ti aspetti una personalizzazione per i Mondiali di nuoto: niente. La città prosegue il suo caldo avvicinamento alle vacanze, lasciando questi Mondiali al loro destino. Probabilmente, direi certamente, Roma non ha bisogno dei Mondiali di nuoto per attrarre turisti, è davvero fantastica di per sé. Ma anche Parigi non aveva bisogno dei Mondiali di rugby, eppure aveva personalizzato e colorato addirittura la Tour Eiffel. Perché non pensiamo mai in grande e li sfruttiamo davvero al massimo questi grandi eventi sportivi?
.

venerdì 24 luglio 2009

SARA' ANCHE...

.
Sarà anche - come hanno commentato alcuni giornalisti veri - il più brutto Tour de France degli ultimi anni; sarà anche con il fiato sospeso come sempre per qualche possibile caso di doping (ma fin'ora no). Eppure la scorsa domenica il Tour de France ha fato registrare il più alto ascolto della sua storia su Eurosport:

Eurosport smashes Tour de France live stage audience record
Eurosport drew best-ever average audience of 2.8 million across Europe for the 15th stage of the Tour de France
on Sunday 19 July, smashing its record for a live stage. The channel, which is airing the Tour in HD, also scored
a superb audience reach of 6.9 million different viewers during the stage, won by yellow jersey holder Alberto Contador.

Sources: AGF/GfK, BARB, SKO, MMS, TNS-Gallup, TNS Audiencia de Medios, AGB NMR, Armadata/GfK - Telmar Peaktime (Eurometrix)

.

mercoledì 22 luglio 2009

VINCE ROJADIRECTA

.
Mentre in Italia si sta svolgendo l'asta per la vendita dei diritti TV della Serie A per le stagioni 2010/11 e 2011/12, con l'obbligo per l'advisor dell'operazione di garantire almeno 900 milioni di incasso alla Lega Calcio (contro i 630 ottenuti nel precedente accordo che prevedeva la vendita dei diritti in capo ad ogni singola squadra), fa notizia la vittoria in Spagna del sito internet Rojadirecta nella causa intentatagli per l'attività di indirizzo degli utenti a siti stranieri dove l'accesso alle partite di calcio di Liga Spagnola e Copa del Re era free.

«Il caso è archiviato, il fatto non sussiste». Rojadirecta non è responsabile della violazione del diritto d’autore in quanto «non fornisce alcun codice necessario per decriptare il segnale televisivo, né realizza connessioni con programmi in grado di decodificarlo. Ma semplicemente si limita a fornire collegamenti a programmi che consentono la libera visione degli incontri sportivi». Infatti, anche se alcuni spettacoli televisivi – come ad esempio le partite del campionato spagnolo – sono ad accesso codificato in Spagna (pay per view), in altre parti del mondo (come in Cina) vengono comunque trasmessi decodificati, e quindi gratis, e da lì circolano liberamente in rete, attraverso programmi «di uso libero, aperto e universale».
.

martedì 21 luglio 2009

MONDIALINI

.
Mentre si svolgono in questi giorni a Roma i Mondiali di Nuoto, è interessante sapere che solo nel 2009 si sono svolti (o si svolgeranno) in Italia qualcosa come 25 grandi eventi sportivi (con lo status di Europei o Mondiali): più o meno uno ogni due settimane.
E' stato stimato che in Italia il giro d’affari del mercato dello sport è di 30 miliardi di euro e solo il turismo sportivo ne muove 5 di miliardi.
E' innegabile, però, come l'Italia da un po' di tempo in qua stia perdendo tutte le assegnazioni più importanti per gli eventi dei prossimi 2-4 anni: dagli Europei di calcio 2012 (persi a favore di Polonia-Ucraina!) a quelli di basket del 2010, noi non prendiamo mai gli appuntamenti grossi, quelli che fanno la differenza in termini di comunicazione, marketing, turismo, immagine. E quando li prendiamo (vedi i Mondiali di Roma), ci incartiamo in lungaggini e divergenze politiche che condizionano al ribasso l'impatto dell'evento.
Scarso peso politico nei palazzi delle Federazioni Internazionali? Un sistema Paese che non riesce a fare squadra all'estero? Un'immagine sportiva e di nazione non sempre irreprensibile?
Credo sia innegabile come dal punto di vista dell'organizzazione di grandi eventi, della loro sostenibilità economica e del loro impatto sociale-territoriale (per quanto riguarda l'afflusso di pubblico, bene o male ce la caviamo sempre, vedi i Mondiali di Ciclismo del 2008), solo l'Olimpiade di Torino 2006 possa probabilmente essere ricordata come un successo (pur con tutte le correzioni in corsa apportate).
.

lunedì 20 luglio 2009

FINALMENTE LO STELVIO

.

Dopo averla inseguita per un anno, eccola qui la Cima Coppi per eccellenza: 22 km, 1.600 metri di salita, 40 tornanti...il Passo dello Stelvio.
La sfortuna del giorno prima (pioggia a Bormio, neve sullo Stelvio) si trasforma in fortuna il giorno dopo (paesaggio incredibile sul passo, con neve al bordo della strada e sui monti, sotto un bellissimo sole), in mezzo a centinaia di ciclisti in pellegrinaggio laico sulla regina delle salite. Se posso andare in controtendenza rispetto ad alcuni commenti trovati in internet, personalmente credo che - a parte gli ultimi 2 km dopo l'ultima cantoniera (ma qui si hanno già 20 km e 1.200 mt di dislivello alle spalle) - il pezzo più difficile non sia il muro di tornanti tra il 10° e il 15° km, ma quei 3-4 km di salita che li precedono, un po' meno pendenti ma tutti e assolutamente dritti, dentro e fuori da gallerie buie, senza un tratto di strada dove rifiatare.
.

AGLI ATTI

.

Vorrei lasciare agli atti che nella Juventus 2009/10 ci ho creduto fin dal calcio d'inizio della prima amichevole della stagione.

FEBBRE BIANCONERA

.

Sono stato a Pinzolo lo scorso mercoledì, ospite degli amici di Trentino Spa, per la prima amichevole della Juventus 2009/10.
Ero curioso di vedere non solo la nuova Juve, ma anche l'iniziativa (ormai al quarto anno, se non ricordo male) unica nel suo genere di far diventare un ritiro estivo una vera e propria occasione di marketing sportivo e turistico.
Per quanto riguarda il primo aspetto, poco da dire: senza i nazionali e i nuovi acquisti e con le gambe imballate dalla preparazione (dicono più dura rispetto al passato) di Ciro Ferrara, l'unico dato da sottolineare è forse la grande attesa e l'incredibile entusiasmo intorno alla nuova Juventus. E siamo al secondo aspetto.
Solo dal vivo si può capire cosa vuol dire avere 4.000 persone per l'allenamento della mattina e altrettante per la seduta pomeridiana, tutte paganti e sempre più, mi dicono, in Val Rendena non solo per una giornata, ma per vacanze di più giorni nelle quali la possibilità di vedere la Juventus rappresenta un valore aggiunto.
Un piccolo villaggio commerciale degli sponsor bianconeri e il maxi schermo di Juventus Channel accoglie i tifosi e le famiglie nello "Juventus Summer Village 09". Lo store dei prodotti e delle magliette ufficiali è letteralmente assaltato (nella foto a fianco la fila, con ingressi regolamentati come per i giapponesi in via Montenapoleone per i saldi di Gucci) e con incassi immagino non indifferenti (la maglia ufficiale - senza personalizzazione ma con il logo della Lega Calcio - viene via a 75 euro; sembra sia stato già ampiamente superato - c'è chi dice doppiato - l'incasso dello scorso anno di 250.000 euro). Nel village c'è anche un grande stand, con coppe, maglie e foto d'epoca: campioni di una squadra con un fascino incredibile.
Sono convinto che quella di Trentino e della Juventus sia un'idea di marketing di successo, sia perchè Trentino sa fare bene il proprio lavoro di promozione, sia perchè c'è di mezzo la Juve e poche altre squadre potrebbero replicarla.
.

martedì 14 luglio 2009

WELCOME BACK

.
Dopo 7 anni (dall'invasione USA del 2002) la Nazionale di calcio dell'Iraq è tornata a giocare una partita in casa: amichevole con la Palestina, ieri sera a Baghdad, davanti a 45.000 persone.

Nel frattempo ha trovato il modo di vincere la prima Coppa d'Asia della sua storia (29 Luglio 2007).

Welcome back.
.

MEGLIO NON FIDARSI

.
Così Gianni Mura su Repubblica racconta il clima di sospetti e congiure nel Team Astana al Tour de France:

Un particolare minuscolo ma sigificativo per capire il clima in casa Astana. A un certo punto l'addetto-stampa versa un bicchiere d'acqua minerale e lo passa a Contador, che lo allontana con la mano. Stappa un'altra bottiglia d'acqua e la beve a canna. L'anno prossimo Contador correrà con la Caisse d'Epargne.
.

giovedì 9 luglio 2009

AMBASCIATORE

.

Si dice spesso che lo sport è un importante "ambasciatore" di un Paese nel Mondo, contribuendo a costruire - con le vittorie internazionali - l'immagine positiva di una Nazione.

Ecco allora che Lula, forte di una Nazionale di calcio straordinaria, può permettersi di arrivare al G8 e regalare a Obama la maglia del Brasile con gli autografi di tutti i suoi campioni che hanno appena battuto gli USA nella finale di Confederation Cup.

Aggiungendo, come presa per il culo finale: "Yes, we can".
.

mercoledì 8 luglio 2009

IL TENNIS E' TORNATO GLAMOUR?

.
Alcuni giornali teorizzavano qualche settimana fa il ritorno - dopo la vela e il golf - del tennis, complice forse anche il ritorno di Federer e la sua sfida con Nadal, ora non più incontrastato sovrano dei campi.

Non so intepretare se è questa un'anticipazione di una tendenza (praticare tennis ritornerebbe ad essere glamour) o un fuoco di paglia dovuto alla contemporanea con l'appuntamento più glamour dell'anno (Wimbledon appunto). Se è una tendenza Europea o se anche l'Italia ne è coinvolta. Certo è che l'utlimo torneo del Grande Slam trasmesso su Eurosport (il Roland Garros) lo scorso Maggio-Giugno, ha fatto registrare il record di ascolto sia in TV (50 milioni di spettatori Europei netti complessivi - fonte Eurometrix - miglior risultato di sempre), sia in internet (3 milioni di unique users in 2 settimane per la sezione dedicata al Roland Garros, fonte Sitestat).

Federer, dicevamo. Stageup ha stimato che con il successo a Wimbledon, il 15° trionfo dello svizzero in un torneo del Grande Slam, Federer sfiora quasi 50 milioni di premi in carriera, dal 1998 ad oggi. Secondo la rivista americana Forbes, Federer è 27° fra gli atleti che incassano di più in un anno per una cifra attorno ai 33 milioni di dollari.
.

martedì 7 luglio 2009

SORPASSO

.
Sky diviene il secondo gruppo televisivo italiano per ricavi, dopo la Rai che mantiene la supremazia, e prima di Mediaset che scende al terzo posto. È quanto rileva la Relazione annuale al Parlamento dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, presentata dal presidente Corrado Calabrò alla Camera. I ricavi per operatore risultano così distribuiti: Rai 2.723 milioni di euro, Sky Italia 2.640 milioni, Rti (Reti televisive italiane, la società cui fa capo Mediaset) 2.531 milioni.
(qui la notizia completa)
.

OLIVER E MARK AL REAL MADRID

.

Due gruppi su Facebook, probabilmente dopo la sontuosa presentazione di Cristinao Ronaldo ieri sera al Santiago Bernabeu, annunciano gli ultimi due colpi di mercato del Real Madrid: Oliver "Holly" Hutson e Mark Lenders lasciano rispettivamente la New Team e la Muppet per approdare alla corte di Florentino Perez (nella foto Lenders con la nuova maglia). Smentito l'acquisto di Benji Price visto che il Real, nel ruolo di portiere, è già ben coperto da Iker Casillas.

venerdì 3 luglio 2009

CAMP

.
Una volta era colonia, oratorio feriale e campo estivo. Oggi è sempre più CAMP: iniziativa estiva, in città o in vacanza, dove i bambini passano le giornate svolgendo attività sportive tematiche.
Professionisti e dilettanti, Federazioni e semplici Associazioni, tutti impegnati ad impegnare piccoli appassionati altrimenti senza dimora una volta finita la scuola.

Alcuni esempi che ho trovato in rete:

Calcio a iosa, of course...Juventus Summer Camp

Basket l'avevo sentito...Venice Basket Camp

Volley, lo immaginavo...Volley Camp 2009

Rugby, lo sport cool del momento...Diego Dominguez Rugby Camp

Il ciclismo non lo pensavo, invece...Liquigas Camp

(continua...)
.

giovedì 2 luglio 2009

BOXING

.
In queste televisivamente vuote serate d'estate, Sky Cinema ripropone nei mercoledì di luglio il ciclo di Rocky e delle gesta del mitico stallone italiano. Ieri il primo Rocky, quello che da bambini abbiamo visto dalle 10 alle 20 volte (e ovviamente anche ieri sera).

Merita però una menzione lo speciale che è seguito al film: un'ora dedicata allo straordinario rapporto tra il pugilato e il cinema, in un intreccio di personaggi saliti sul ring e poi immediatamente raccontati in un film tanto le loro storie erano sceneggaite da una realtà fatta di povertà ed emarginazione prima (gli italiani dei primi del novecento, i neri degli anni 60 e 70), di successo e redenzione poi.
Le riflessioni di Marvin "Marvellous" Hagler facevano da filo conduttore alla puntata, ma poi Ray "Sugar" Leonard, Nino Benvenuti, "Big" George Foreman e tanti altri hanno raccontato aneddoti, emozione e sensazioni di una vita sul ring.

Come sempre la lucidità di Rino Tommasi ha descritto perfettamente cosa rappresenti uno sport come il pugilato:
"Se non conoscessi i pugili e le loro storie sarei contrario al pugilato, uno sport dove la morte non è una sfortunata eventualità ma una possibilità concreta. Ma siccome conosco i pugili e le loro storie, penso che proprio grazie al pugilato ci sono meno morti nella nostra società".
.

martedì 30 giugno 2009

462 CHILOMETRI

.

Ci sono vacanze e vacanze. Quella di settimana scorsa in bici su e giù tra le colline della Costa degli Etruschi, è stata fantastica. 462 km di pedalate, salite, discese e paesaggi incantevoli (lo sfondo della foto qui a fianco è assolutamente vero).
Una menzione speciale per i 40" dati a Ivan sulla salita ai piedi di Casale Marittimo (ci giocavamo tappa e maglia...).

E CHISSA' POI QUANDO INIZIERA' A GIOCARE...

.
Tra poche ore, davanti a 20.000 tifosi e a 500 giornalisti da tutto il mondo, il Real Madrid presenterà Ricardo Kakà.

Interessante questa analisi di affariitaliani.it sul fatto che Kaka stia già iniziando indirettamente a ridare al Real parte dei soldi spesi per acquistarlo.

Non ha ancora giocato un solo secondo sotto la bandiera blanca eppure 2.000 tifosi merengue hanno prenotato la maglietta dell'ex milanista. Il tutto alla modica cifra di 85 euro. Fatti due conti dunque Ricky ha portato nelle casse madrinista circa 170mila euro in poco più di una setttimana (la vendita è partita il 19 giugno) da quanto è partita la vendita.
.

giovedì 18 giugno 2009

SETTIMANA PROX NON CERCATEMI




MITI CHE NON LO ERANO

.
Una recente ricerca condotta da Immagine&Sport sulla fruizione della TV tende a sminuire il mito dell'evento sportivo visto con gli amici (in casa di o insieme al bar), tanto cara al mondo inglese e ben espressa dalla pubblicità (dell'Heineken ad esempio).
Alla domanda "quando segui sport in TV quali fra queste frasi si avvicinano di più alle tue abitudini?", un campione dei maschi italiani ha risposto:
  • 56.1% a casa mia da solo
  • 45.1% a casa mia con amici/parenti
  • 17.0% a casa di amici/parenti
  • 14.0% al bar con amici/parenti
  • 3.5% al bar da solo
  • 22.2% non ho abitudini particolari

Interessante il fatto che il 63.2% delle donne, invece, la guarda "a casa mia con amici e parenti" e solo il 26.2% "a casa mia da sola". In altre parole: mi guardo la partita insieme a mio marito e al 17% dei suoi amici/parenti che mi invadono il salotto di casa il sabato sera per l'anticipo.
.